Corbaccio - Anche un thriller può sensibilizzare sullo stalking...

Redazione CorbaccioRedazione Corbaccio

Anche un thriller può sensibilizzare sullo stalking...

Anche un thriller può sensibilizzare sullo stalking...
Da venerdì 12 aprile è in atto la quinta campagna nazionale di prevenzione su violenza, stalking e omicidi curata dall'Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia con i dipartimenti Osservatorio Nazionale Stalking, Centro Presunti Autori di violenza e stalking ed il Sindacato di Polizia Co.I.S.P. La campagna interessa il Piemonte, la Lombardia, la Toscana, le Marche e il Lazio (Fonte: http://www.stalking.it/).
Considerato reato in Italia dal 2009, lo stalking (letteralmente perseguitare, braccare) in tutte le sue molteplici manifestazioni ha un carattere trasversale e vede uomini e donne alternarsi nel ruolo di vittime e stalker, anche se nella stragrande maggioranza dei casi (80% in Italia) le vittime sono donne, perseguitate da ex partner, familiari, amici o estranei.
Oggetto di analisi e saggi sempre più esaustivi, lo stalking, che per sua natura è un comportamento caratterizzato dalla logica dell'escalation, si presta perfettamente per alimentare la suspense nei thriller e il thriller a sua volta contribuisce nel linguaggio che gli è proprio a sensibilizzare il lettore su questo fenomeno.

9788863805079_adesso_hai_paura_3da.png
Adesso hai paura di Jaye Ford, in uscita il 18 aprile è la storia di una giovane donna separata con un figlio piccolo che dopo aver messo in fuga un aggressore sconosciuto vede la sua vita trasformata in un inferno da continue minacce che sgretolano tutte le sue sicurezze e soprattutto la fiducia nelle persone che ha intorno. Fino a quando non scopre chi sta dietro al suo persecutore...







Ma anche due fra gli scrittori tedeschi più venduti del momento hanno scritto thriller ad alto contenuto di adrenalina sullo stalking, entrambi pubblicati da Corbaccio: Charlotte Link con Oltre le apparenze e Wulf Dorn con Follia profonda.


Piccola curiosità: se il termine in Italia è di uso abbastanza recente, il fenomeno non lo è certamente. In fondo pensate a don Rodrigo con la povera Lucia Mondella nei Promessi sposi. Se non era stalking quello!

Scrivi un commento