Corbaccio - Mantova e Pordenone: tutti gli incontri con gli autori Corbaccio

Redazione CorbaccioRedazione Corbaccio

Mantova e Pordenone: tutti gli incontri con gli autori Corbaccio

Mantova e Pordenone: tutti gli incontri con gli autori Corbaccio

FESTIVALETTERATURA MANTOVA

3 - 7 settembre

 

5 SETTEMBRE

Ore 16:00 - Palazzo Ducale, Piazza Castello

"L'uomo delle alte vette". Incontro con Reinhold Messner.

È stato il primo uomo al mondo a scalare tutti i quattordici ottomila; il primo a tentare con successo l'ascesa all'Everest in solitaria e senza ossigeno. A piedi ha attraversato l'Antartide, la Groenlandia, il Tibet e i deserti del Gobi e di Taklamakan. "Ho un cuore normale, i miei polmoni sono normali, e la mia corporatura è normalissima. Solo la mia mente e stata forse più determinata di altre". In occasione dell'uscita della sua autobiografia, La vita secondo me, Reinhold Messner riannoda i fili delle sue avventure e ci propone una riflessione sull'uomo, sul suo bisogno di libertà, sull'istinto di sopravvivenza, sull'inaccessibile mistero della natura.

 

6 SETTEMBRE

Ore 16:00 - Palazzo Ducale, Galleria dei fiumi - € 8 

"Sulle tracce della rosa Moceniga". Incontro con Andrea di Robilant

Le pagine di un vecchio diario di fine Ottocento, scoperto tra le carte di famiglia nell'Archivio di Venezia, e una talea di rosa ricevuta in regalo sono le occasioni per iniziare un vero viaggio tra la storia e la botanica, che finisce tra le pagine di Sulle tracce di una rosa perduta. Le rose sono le vere protagoniste, dalla Malmaison al Friuli dei nostri giorni, dell'avventura che Andrea di Robilant ripercorrerà in dialogo con Clark Lawrence, fondatore dell'associazione culturale Reading Retreats in Rural Italy.

In collaborazione con la direzione del Palazzo Ducale di Mantova. Il biglietto d'ingresso comprende la visita al Museo.


PORDENONELEGGE

17 - 21 settembre

 

20 SETTEMBRE

Ore 19:00 - Palazzo Badini

Morti di fama. Iperconnessi e sradicati tra le maglie del web - incontro con Giovanni Arduino e Loredana Lipperini.

Benvenuti nella Nuova Rete, il tendone da circo sotto il quale folle oceaniche si creano un'identità e fanno di loro stesse un prodotto da promuovere, un marchio. Benvenuti dove miliardi di utenti documentano, condividono, amplificano e pubblicizzano ogni istante della loro vita e delle loro attività. Dove si alleano con altri marchi simili e alimentano la loro micronotorietà attraverso blog, Facebook, Twitter e decine di piattaforme e applicazioni, sfruttando l'approvazione d'impulso tipica dei social network. E dove rischiano di trasformarsi in ridicoli fenomeni da baraccone, condannati a venire presto dimenticati. Gli autori, attenti frequentatori e osservatori del web, attingendo da una massa imponente di dati e interviste, raccontano quanto sia mutato il significato della fama. E sottolineano con stile arguto e provocatorio come siano stati stravolti il concetto di identità e il nostro modo di confrontarci con gli altri: da "penso dunque sono" a "Ho tanti Mi Piace quindi esisto".




Scrivi un commento