Corbaccio - Il colore del latte

Il colore del latte

«È veramente un libro meraviglioso. Direi unico. Non ho mai letto niente di simile e non è ripetibile.» Valeria Parrella

«Un monologo di forza inaudita. Un testo strepitoso, condotto con i modi di un drammaturgo elisabettiano e una ferocia e freschezza di scrittura che offre a scrittori e lettori un esempio di quel che può essere la narrativa letteraria.» D LA REPUBBLICA

«Per l’autrice (unica donna drammaturga ad aver avuto accesso alle scene del Globe Theatre, quello fondato da Shakespeare) è una formidabile lezione di stile.» GRAZIA

«Nell Leyshon è un’autrice super premiata di sceneggiature teatrali, anche per il Globe di Londra. Forse per questo il dialogo che la protagonista del suo primo romanzo intraprende con il lettore è così vivo e coinvolgente.» LA REPUBBLICA


È la primavera del 1831 quando Mary incomincia a scrivere la sua storia. Scrive lentamente, ci vorranno quattro stagioni perché racconti tutto. Ma non importa: scrivere è diventato un bisogno primario per lei, come mangiare e dormire. Viene da una famiglia di contadini, ha quindici anni, una gamba più corta dell’altra e i capelli chiari come il latte. Conosce solo la fatica del lavoro nei campi, proprio come sua madre, suo padre e le sue sorelle. Conosce solo il linguaggio della violenza, che il padre le infligge se non lavora abbastanza. Ma ha un cervello lucido e una lingua tagliente. Un giorno il padre la allontana di casa perché il vicario vuole una ragazza che accudisca la moglie malata. Mary non vuole abbandonare l’unica vita che conosce, ma non ha scelta. E nella nuova casa imparerà a scrivere, e scrivere rende liberi anche se la libertà ha un prezzo.

«Questo è talento.»
OBSERVER

«Stupefacente.»
STYLIST

«Di un’intensità straordinaria.»
THE TIMES

«Potente.»
THE INDEPENDENT

«Indimenticabile.»
GLAMOUR
autore
Nell Leyshon
collana
Narratori Corbaccio
dettagli
182 pagine, libro - cartonato con sovraccoperta
ISBN
9788863809404

Pin It