Corbaccio - Quattordici volte ottomila

Quattordici volte ottomila

Quattordici volte ottomila

Un libro confessione, questo di Edurne Pasaban, una fra i maggiori interpreti ...

Un libro confessione, questo di Edurne Pasaban, una fra i maggiori interpreti dell'himalaysmo contemporaneo e prima donna ad aver salito tutti i quattordici ottomila, che racconta di un'adolescenza trascorsa più fra i boschi e le montagne che in discoteca e che prosegue con l'ineluttabilità di una passione invincibile: quella per l'alpinismo. Una passione che non le ha impedito di laurearsi in ingegneria e di lavorare per anni nell'azienda di famiglia prima di fare dell'alpinismo la sua professione, una scelta quasi obbligata per chi matura la determinazione di salire tutti i quattordici ottomila. Perché Edurne Pasaban ha deciso da subito di non entrare nel mondo della roccia e del free climbing, ma di puntare all'alpinismo affascinante e avventuroso degli ottomila. La sfida più ardua, soprattutto per una donna che si muove in un ambiente tradizionalmente maschile e ancora machista, ma in cui Edurne Pasaban ha saputo imporsi con autorevolezza tecnica, spirito di sacrificio e con la propria femminilità.
autore
Edurne Pasaban, Josep M. Pinto
collana
Exploits
dettagli
251 pagine, libro rilegato
traduttore
Bogliolo S.
ISBN
9788863803129

Pin It