Casa Editrice Corbaccio
Via Giuseppe Parini 14
20121 Milano
P. IVA 10283970159
Corbaccio 2000 - 2019 All rights reserved

Sulle vie della sete, dei ghiacci e dell'oro

di Ardito Desio

Sulle vie della sete, dei ghiacci e dell'oro
Genere
Montagna e avventura
Collana
EXPLOITS
EAN
9788863806755
Pagine
376
Formato
Brossura
Sulle vie della sete, dei ghiacci e dell'oro

"IL RACCONTO APPASSIONANTE DI UNA VITA ALL'INSEGNA DELL'AVVENTURA Il nome di Ardito Desio è associato indelebilmente alla conquista italiana del K2 nel 1954. In patria e nel mondo intero Desio è altresì noto come uno dei più importanti geologi del ventesimo secolo. Ma questo libro rivela anche un altro aspetto di non minore importanza: Ardito Desio è un formidabile narratore e, grazie alla sua natura cosmopolita solidamente ancorata a radici mitteleuropee nonché a un’esistenza avventurosa che ha attraversato tre secoli, il racconto della sua vita assume una dimensione quasi epica e paradigmatica della storia nazionale. Friulano, classe 1897, Desio ha partecipato come volontario alla prima guerra mondiale interrompendo gli studi, è stato prigioniero in Austria e in Boemia e, terminata la guerra, si è laureato in Scienze Naturali. Da allora, la sua carriera di studioso e professore universitario è andata di pari passo con quella di instancabile viaggiatore ed esploratore. Dodecaneso, Libia, Persia, Giordania, Pakistan, India, Afghanistan, Antartide, Birmania, Filippine: Desio ha attraversato tutti i continenti scalando montagne o trivellando il terreno, muovendosi a piedi, in aereo, in bicicletta, in nave, su un autocarro o su un cammello, raccogliendo sassi, cercando il petrolio, mappando aree inesplorate della Terra, stringendo amicizia con alpinisti, esploratori, politici, professori, viaggiatori di tutte le nazionalità. Si è sempre considerato un uomo fortunato, ma la sua fortuna è stata sostenuta fino all’ultimo da una ferrea volontà e da un’insaziabile curiosità per il mondo, che si è tradotta di volta in volta in trattati scientifici o nell’organizzazione di viaggi di esplorazione. Oppure, come nel caso di Sulle vie della sete, dei ghiacci e dell’oro, nel racconto affascinante, coinvolgente e sorretto da una scrittura fluida, lieve, spesso ironica, di una vita straordinaria che ha contribuito ad allargare gli orizzonti di generazioni di italiani."